La curcuma

La curcuma è una polvere dal colore giallo intenso ottenuta dalla frantumazione del rizoma di una pianta tropicale della famiglia dello zenzero che cresce prevalentemente in India e Indonesia. In India è una spezia sacra dove una persona ne consuma in media 1,5-2g al giorno. La curcuma faceva già parte dei duecentocinquanta medicamenti vegetali risalenti a circa 3000 anni prima di Cristo.
Non bisogna confondere la curcuma con il curry. Il curry non è una spezia ma una miscela di spezie diverse, nelle quali la curcuma è presente in grandi quantità (20-30%).

Effetti positivi della curcuma.

La Curcuma è un alimento dalle proprietà terapeutiche purificatrici per l’organismo e viene utilizzata per trattare una grande varietà di disturbi fisici, ha proprietà:

  • antiossidanti perché aiuta a proteggere la pelle dai radicali liberi responsabili anche dell’invecchiamento;
  • antinfiammatorie e antidolorifiche: la spezia ha un effetto antiflogistico su tessuti e cartilagini affetti da dolori muscolo-scheletrici e aiuta contro patologie infiammatorie croniche come l’artrite reumatoide;
  • antitumorali: la curcumina sarebbe capace di inibire e di fatto bloccare le funzioni di alcune cellule tumorali, danneggiandone la proliferazione
    Recenti studi scientifici ne hanno validato l’ipotesi;
  • immunologiche: aumenta il sistema di difesa e grazie alla sua attività immunostimolante aiuta a combattere infezioni virali e batteriche;
  • depurative: purifica l’organismo dalle tossine garantendo il buon funzionamento della cellula epatica e dell’intestino;
  • digestive: aiuta contro difficoltà digestive e nel complesso riequilibra l’apparato digerente da disturbi gastricie intestinali proteggendo le pareti dello stomaco.
  • La curcumina sembra favorire anche la riduzione del colesterolo: agirebbe a livello epatico stimolando il fegato a produrre più bile, contribuendo così ad eliminare il colesterolo in eccesso;
  • attività cardioprotettivain quanto un’assunzione costante favorisce la fluidificazione del sangue e la circolazione, rafforzando il rivestimento dei vasi sanguigni. Inoltre, aiuta a prevenire patologie cardiocircolatorie come l’ipertrofia e la necrosi del miocardio e protegge dagli infarti. Stimola il metabolismo e aiuta la perdita di peso perché oltre a coadiuvare la digestione controlla anche la glicemia e migliora il metabolismo lipidico;
  • protegge il fegato dai danni dello stress ossidativo;
  • contrasta i bruciori di stomaco e le infiammazioni intestinali provocate da celiachia o morbo di Crohn;
  • previene il Diabete di tipo 2;
  • incrementa l’autoguarigione del cervello in caso di depressione e Morbo di Alzheimer;
  • favorisce la cicatrizzazione di piccole ferite, escoriazioni e punture di insetti.
Diego consiglia

Prendi l’abitudine di assumere 1,5/2gr di curcuma al giorno.

Fonti

– L’alimentazione anti-cancro di Richard Beliveau e Denis Gingras
– Curcumin: A Review of Its’ Effects on Human Health Susan J. Hewlings1,2,* and Douglas S. Kalman3,4
– Curcumin, the golden nutraceutical: multitargeting for multiple chronic diseases Ajaikumar B Kunnumakkara 1, Devivasha Bordoloi 1, Ganesan Padmavathi 1, Javadi Monisha 1, Nand Kishor Roy 1, Sahdeo Prasad 2, Bharat B Aggarwal 3
– https://www.paginemediche.it/benessere/bellezza-e-salute/curcuma-proprieta-benefici-e-controindicazioni

Articoli correlati